villacontizambonelli it il-museo-maserati 001
villacontizambonelli it il-museo-maserati 002
villacontizambonelli it il-museo-maserati 003
ITALIANO villacontizambonelli it il-museo-maserati 009
IL MUSEO MASERATI

IL MUSEO MASERATI


Quando si parla di Museo Maserati un solo nome viene alla mente: Umberto Panini. Ma andiamo con ordine.
La casa del "tridente" fu fondata a Bologna nel 1914 da Alfieri Maserati come officina di riparazione automobili ed il suo marchio, è una stilizzazione del famosissimo tridente impugnato dal "Nettuno" in "Piazza Grande" a Bologna.
Alcuni anni dopo, nel 1926, i fratelli Maserati rilevarono la Diatto, piccola industria di autovetture da corsa di Torino. 

Dall'esperienza meccanica acquisita nei 12 anni precedenti e dal materiale ora a disposizione nacque nello stesso anno la prima automobile chiamata "Tipo 26".
Da allora, nel corso della sua lunga storia oramai ultracentenaria, la Maserati ha conservato gli automezzi più significativi 
prodotti, oltre ai prototipi sperimentali, creando così nel corso dei decenni una collezione unica al mondo, in grado di illustrare l'evoluzione tecnica e stilistica dell'Azienda, in oltre 100 anni di storia.
…. E Umberto Panini?
Dobbiamo allora tralasciare la storia della Maserati, il suo trasferimento da Bologna a Modena, il suo antagonismo con la Ferrari negli anni ruggenti, e dobbiamo passare al 1996 quando l' Ing. De Tomaso, proprietario della Collezione Maserati, decise di vendere, tramite la casa d'aste Brooks di Londra, tutta la collezione Maserati composta dai 19 modelli prodotti durante più di 90 anni di storia dell'azienda; l'asta sarebbe stata prevista per il 2 dicembre dello stesso anno.
La ferale notizia, sconvolse innanzitutto i modenesi e mise in allerta non solo tutti gli appassionati del settore ma anche le autorità locali e nazionali che compresero subito il danno enorme che ne sarebbe derivato alla città di Modena ed al suo territorio, tanto che lo stesso Ministro dei beni culturali, Walter Veltroni, unitamente al sindaco di Modena, Giuliano Barbolini si attivarono per scongiurare il pericolo e il 18 ottobre 1996 venne lanciato l'allarme.

 
Fu proprio allora che un modenese d.o.c. , Umberto Panini e la sua famiglia, si attivarono immediatamente per scongiurare la dispersione del tesoro Maserati, 
e la casa d'aste Brooks annunciò pochi giorni prima della fatidica data del 2 dicembre 1996 che la Collezione Maserati 
veniva ritirata dall'asta per tornare nella sua città d'origine in proprietà alla Famiglia Panini. 

"Fa dal bèin e descòrdet d'averel fat"
("Fai del bene e dimentica di averlo fatto" – Umberto Panini)
MUSEO MASERATI
La collezione è visitabile esclusivamente, previa prenotazione, nei mesi di marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, settembre e ottobre.
ORARI DI APERTURA: lunedì / venerdì 9.30 / 12.30 - 15.00 / 18.30
Sabato dalle 9.30 alle 12.30 - Domenica: chiuso
GRUPPI: Per i gruppi è obbligatoria la prenotazione della visita guidata.
MODENATUR - Via Scudari, 10 - 41121 Modena – Italy Tel: +39 059 220022
INGRESSO LIBERO | AMPIO PARCHEGGIO

Nome e cognome *
Email *
Telefono
Note
Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati
Desidero ricevere newsletter
* Campi obbligatori
>>>
villacontizambonelli it il-museo-maserati 010
OCCASIONI
DA NON PERDERE
villacontizambonelli it il-museo-maserati 010
RICHIEDI INFORMAZIONI
* Nome e Cognome:
* E-mail:
Telefono:
Tipologia:
Data arrivo:
Data partenza:
Numero adulti:
Età bambino 1:
Età bambino 2:
Età bambino 3:
Richieste particolari:
Campi obbligatori *
NEWSLETTER
ISCRIVITI SUBITO E SARAI AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOVITA'
via Cento, 22 - 40017 San Giovanni in Persiceto (Bo) - Privacy Policy - P.Iva 03573451204
T:+39 051.0065149 - M:+39 3497523880    E:info@villacontizambonelli.it
villacontizambonelli it il-museo-maserati 017
Credits TITANKA! Spa © 2015